2014-01-11 13:00:00 -
di Tarcisio Olgiati

BMW 2013: mai vendute così tante moto in un anno!

La tedesca tocca il 3° record consecutivo di vendite annuali: 115.215 moto e scooter nel mondo. Bene in Italia e Spagna, benissimo in Germania, USA, Russia, Sudamerica e Asia. La regina? R 1200 GS, manco a dirlo, e nel 2014…
  • Salva
  • Condividi
  • 1/21 BMW S 1000 R

    Bmw 2013: mai vendute così tante moto in un anno!

    Per il terzo anno consecutivo BMW batte il proprio record storico di moto vendute in un anno. Non è stata cosa da poco, visto il periodo, riuscire a vendere l’8,3% in più rispetto al 2012, che già aveva visto il record sul 2011, a sua volta record rispetto al 2010. Quest’anno sono state acquistate 115.215 BMW in tutto il Mondo (moto + maxi scooter), contro le 106.358 dei passati 12 mesi. 6.343 sono veicoli i veicoli venduti solo a dicembre, e anche qui c’è un aumento sul 2012: +4,5%.

     

    TUTTE DIETRO LA GS

    Facendo un’analisi dei modelli più apprezzati, si vede che a farla da padrone è la R 1200 GS, con oltre 30.000 pezzi venduti in tutto il mondo (cliccate qui per vedere com’è andata in Italia). Notare che la versione raffreddata a liquido è stata preferita da 25.000 motociclisti e anche questo è un record: mai un nuovo modello BMW aveva venduto così tanto nell’anno del lancio sul mercato. Di seguito i numeri delle best seller BMW mondiali nel 2013:

     

     

    È indubbio che a trainare le vendite sono stati i modelli citati sopra, ma sono stati ben accolti anche  tutti gli altri modelli della gamma, dalla R 1200 GS Adventure alla RT, dalle nuove F 800 GT e F 800 GS Adventure alle 6 cilindri serie K1600, per finire coi maxi scooter. Per il 2014 si attendono risultati ancor migliori. Innanzitutto perché (forse) la crisi potrebbe dare un po’ di respiro, ma soprattutto perché BMW ha una strategia fortemente orientata sul prodotto, con un’offerta molto vasta di moto e scooter che si arricchirà di nuovi modelli dal forte impatto.

     

    GAMMA 2014

    In listino entreranno tutte le novità viste a Eicma (fino ad allora vale il listino attuale: lo trovate qui). In primavera arriveranno la R 1200 GS Adventure e la RT raffreddate a liquido, nonché la lussuosissima K 1600 GTL Exclusive, ma il 2014 sarà soprattutto l’anno delle roadster, la R nineT e la maxi naked sportiva S 1000 R (il test approfondito su Motociclismo di gennaio). Un altro best seller storico della Casa è momentaneamente in stand by, parliamo della R 1200 R, di cui è prevista “solo” la versione “DarkWhite”. In realtà, probabilmente, il 2014 è solo un anno di transizione, poiché pare che ai saloni autunnali (ricordiamo che quest’anno c’è anche Colonia) verrà presentata la nuova versione col boxer raffreddato a liquido. Sul web girano già le foto spia… Non dimentichiamo poi la decisa entrata di BMW nel settore dell’elettrico, con l’inizio delle vendite dello scooter “verde” C evolution. Poi ci sono i nuovi colori per il resto della gamma.

     

    DOVE BMW HA VENDUTO MEGLIO

    Il maggior numero di motociclisti che si sono presi una BMW risiede in Germania, Paese dove il Marchio dell’Elica ha venduto nel 2013 21,473 veicoli “Motorrad” (+4,7% sul 2012). Seguono gli Stati Uniti (14.100 veicoli, +17%), la Francia e l’Italia (ciascuna con oltre 10.000 veicoli), poi il Brasile e il Regno Unito. Sono numeri che permettono a BMW di ottenere una quota di mercato generale del 15,8%, passando dal 3° al 2° posto della classifica dei marchi di moto più premiati dal mercato al Mondo.

     

    BENE NEI MERCATI MATURI, MA SI PUNTA AGLI EMERGENTI

    Concludiamo con qualche considerazione. BMW ha aumentato le vendite dappertutto, anche in Paesi pesantemente colpiti dalla crisi, come Italia e Spagna (per la prima volta dopo anni e in mercati comunque in forte contrazione). Una crescita in doppia cifra è stata registrata i USA e Russia, ma anche in Sudamerica e Asia le moto tedesche sono state ben accolte. Quindi pare giusta l’idea di Monaco di abbandonare le corse per dedicarsi allo sviluppo di mezzi espressamente pensati per i mercati emergenti, andando ad invadere anche il segmento delle moto e degli scooter “under 500 cc”.

    Sposta